La luce in scena

Una nuova idea di negozio: un luogo nel quale i diversi linguaggi delle collezioni di illuminazione decorativa di FontanaArte si presentano come in una commedia dell’arte.

Lo storico brand italiano reinventa lo spazio di corso Monforte 13 tra palcoscenico e retroscena: on Stage.

 

Francesco Librizzi, nuovo direttore artistico di FontanaArte, ha sviluppato l’idea di un mondo di carta – tipica scenografia del teatro – applicandolo al flagship store che diventa un palcoscenico modulare e da programmare ad ogni atto e cambio di scena.

Sipario.

 

La nuova macchina scenica è capace di unire le pièce più recenti ai testi sacri dei grandi maestri cresciuti nella fucina milanese creata da Gio Ponti nel 1932

 

La scena fissa è rappresentata dalla casa, interpretazione stessa dell’illuminazione domestica: intima, efficace, eterea, empatica.

Nobili le citazioni per pavimenti e soffitti: il marmoleum sperimentato negli anni Cinquanta da Gio Ponti e le losanghe colorate di ispirazione teatrale.

Nel primo atto entrano in scena le nuove capsule Equatore, design Oscar e Gabriele Buratti, e Setareh di Francesco Librizzi.

Lo spazio Stage è in perenne progressione: le lampade di FontanaArte proporranno al loro pubblico performance sempre diverse.