Geert Goiris. Terraforming Fantasies

Salone Banca di Bologna - Palazzo De’ Toschi - Piazza Minghetti 4/D, Bologna – Fino al 24 febbraio 2019

 

La mostra, composta da una selezione di stampe fotografiche di diverso formato, uno slide show e una video installazione multicanale, sarà presentata in un allestimento ambizioso e innovativo concepito dall’architetto Kris Kimpe, collaboratore abituale dell’artista.

La mostra bolognese è legata alla personale di Geert Goiris presso la Royal Academy of Fine Arts di Anversa, in programma tra novembre e dicembre 2018. L’artista ha lavorato ai due progetti parallelamente, dando vita a due percorsi speculari le cui opere in gran parte coincidono, ma che risultano completamente diversi nell’allestimento, sottolineando le peculiarità dei due spazi.

Il titolo della mostra, tratto dalla videoinstallazione, è Terraforming Fantasies (“Fantasie di terraformazione”): terraformazione viene usato nel contesto di speculazioni sul futuro dell’umanità, e si riferisce alla possibilità di rendere simili alla Terra, e dunque abitabili per gli esseri umani, pianeti diversi dal nostro alterandone chimicamente l’atmosfera.

L’allestimento della mostra è legato questo tema: la scenografia porta nello spazio una costellazione di oggetti estranei. L’intervento è, in una certa misura, inadatto, una forma di colonizzazione. L'intento dell'artista è che parli anche di caratteristiche umane come la meraviglia, la curiosità, la perplessità, eccetera. Scegliendo accuratamente le immagini e presentandole in un’accurata scenografia, si tende a immergere lo spettatore in un mondo parallelo, una realtà prossima alla nostra ma che non coincide esattamente con essa.

 


Spazio Cielo

Ceramica Cielo amplia il suo showroom in Brera

 

Ceramica Cielo cresce e amplia Spazio Cielo: lo showroom nel cuore di Brera, elegante cornice ai prodotti del brand, punto di riferimento per l’arredo bagno di design, si arricchisce di nuove vetrine.

Presso l’esclusivo spazio espositivo, situato in via Pontaccio 6, nel pieno centro del design district milanese, è possibile ora apprezzare in oltre 150 mq la vasta gamma di prodotti iconici del brand, unici per design, bellezza e qualità.

In questa cornice d’eccezione, Ceramica Cielo presenta la sua offerta (che si distingue per la forte anima contemporanea e l’enfasi altamente scenografica) a un target di professionisti del settore e del mondo della progettazione.

Il layout del nuovo spazio, contraddistinto da toni neutri e micro ambientazioni, che esprimono la stretta relazione tra interior design e arte dell’abitare, porta l’inconfondibile firma dei due art director, Andrea Parisio e Giuseppe Pezzano, ed esalta l’espressività cromatica della ceramica, l’armonia delle forme e lo stile cosmopolita del brand.

Un ambiente fluido e dinamico che racconta la capacità dell’azienda di interpretare la cultura del design italiano, tramite soluzioni arredative handmade in Italy, che coniugano tradizione e innovazione, artigianalità e ricerca stilistica, proponendo una nuova concezione della sala da bagno in cui protagonista indiscussa è la ceramica.

 


Materika

Boiserie/rivestimenti magnetici in ceramica, legno, specchio e vetro

 

Materika, design Gino Carollo per Ronda Design, è un sistema modulare magnetico composto da boiserie in metallo rivestite con diversi materiali e una serie di complementi e accessori liberamente posizionabili, fissati grazie alla sola forza magnetica e ricollocabili a proprio piacimento.

Nuovi protagonisti del magnetismo modulare, la ceramica, il legno, lo specchio e il vetro, accanto al consueto metallo, si ritrovano non solo nei rivestimenti dei pannelli ma anche negli accessori magnetici dedicati come le mensole, le librerie, gli specchi, le consolle, le madie e le scrivanie.

Con Materika, continua il percorso di ricerca di Ronda Design che amplia costantemente il servizio e l’offerta di prodotti focalizzati su un design innovativo, sulla qualità dei materiali e sullo studio della massima libertà espressiva dei fruitori.

 


Interni Café a Homi

Grande successo di pubblico per Interni Café all'ultima edizione di Homi

 

Interni era presente all'ultima edizione di Homi, a Rho Fiera Milano dal 25 al 28 gennaio scorsi, con una nuova installazione dedicata al relax, alla conversazione, all'incontro: Interni Café, a disposizione di tutti gli operatori professionali all'interno del Padiglione 7.

Lo spazio si è distinto per il segno grafico dell'illustratore Lorenzo Marini autore della copertina del numero di Interni gennaio-febbraio 2019 e della copertina della Guida Design Index 2019. Talento poliedrico, ha dato vita alla Type Art, in cui le lettere diventano protagoniste di opere grafiche e pittoriche.

“Le lettere sono nate come segni architettonici per creare paesaggi nuovi a ogni accostamento formale, ma la società occidentale le ha rese schiave della funzione. Non sono necessarie solo per leggere o per scrivere ma anche per diventare significanti puri, utili ad alimentare la fantasia”, scrive Lorenzo Marini nel suo Manifesto per la liberazione delle lettere.

Art director, artista, regista di spot pubblicitari, autore di libri, conduttore di programmi radiofonici, creatore di profumi, designer, Lorenzo Marini non pone confini alla propria voglia di comunicare.

 

 

Arredato con tavoli Ta (design Jeremiah Ferrarese) e Stato (design Christoph Jenni) e sgabelli Vesper (design Christoph Jenni) delle collezioni Colos e sedie Victoria Ghost (design Philippe Starck) di Kartell, Interni Café ha offerto molto più di una semplice caffetteria, con un menu a tema bio con offerta di macedonie, spremute, centrifugati, insalate preparate al momento, panini vegetariani, brioche e torte.

Per rilassarsi, conversare, incontrare le persone in un luogo di ispirazione.

Photo by Saverio Lombardi Vallauri.

 


C'è vetro e vetro

Le migliori griffe esaltano i propri prodotti attraverso Pilkington OptiView Protect OW

Pilkington OptiView Protect OW è uno speciale vetro antiriflesso che valorizza i prodotti in esposizione. Si pensa poco infatti all’importanza e alle numerose funzioni svolte dal vetro di una vetrina.

Quando il progettista di una nuova boutique nella via più elegante di Firenze, ha avuto bisogno di una soluzione a tuttotondo per le sue vetrine, la scelta è stata Pilkington OptiView Protect OW.

Il prodotto assolve una primaria funzione: facilitare l’osservazione e la fruizione dei prodotti esposti, riducendo al minimo la percentuale di riflessione luminosa dei vetri (soltanto il 2%). Grazie a questo prodotto, da qualsiasi direzione si osservi, i riflessi sono ridotti al minimo, limitandone il fastidio nella visione. La prestazione antiriflesso è indicata sia per le vetrine esposte alla luce naturale esterna, sia in quelle soggette a luce artificiale all’interno di complessi e nei centri commerciali.

Inoltre, l’utilizzo di Pilkington OptiView™ Protect OW nello spessore di 17,5 mm protegge i prodotti in esposizione sia da tentativi di furto o atti vandalici, sia da colpi accidentali.

Oltre a ciò, il vetro non altera la percezione cromatica degli oggetti esposti, assicurando un’elevata neutralità e una trasmissione luminosa superiore al 90%, permettendo di godere dell’osservazione del prodotto nella pienezza dei suoi colori.


Il giardino segreto

Un’installazione floreale in mosaico

 

Ricorrente nelle proposte decorative firmate Bisazza, il motivo floreale è protagonista delle nuove collezioni 2019. Quest’anno "fioriscono" nuovi decori in un trionfo di fiordalisi, papaveri, rose, viole pensée e piccoli fiori di campo.

Illuminano e donano un tocco originale a tutte le superfici, le nuove otto miscele in mosaico, impreziosite dai cristalli Swarovskyi 10x10mm.

Carlo Dal Bianco, autore dei nuovi decori in mosaico, rende omaggio alla Francia, ispirandosi alla bellezza e all’eleganza dei suoi giardini, dei castelli e dei palazzi più famosi del patrimonio architettonico francese.

Nel decoro Malmaison (dedicato a Joséphine Bonaparte) protagonista è una collezione di rose monumentali di grande formato su sfondo bianco. Trianon e Petit Trianon richiamano i disegni floreali delle carte da parati e dei tessuti dei palazzi francesi del 700. Nel pattern Hameau, forte è il richiamo alle visioni agresti e ai prati ricoperti di papaveri e fiordalisi, voluti da Marie Antoinette all’interno del piccolo borgo, l’Hameau de la Reine. Protagonisti all’interno dei giardini francesi, i fiori di campo e le aiuole di fiori danno un tocco di romanticismo ai due pattern Pensée.

Il decoro Bougainvillier raffigura i fiori rosa della pianta di boungainville.

 


Rob Pruitt per Yoox

L’artista statunitense Rob Pruitt debutta online con Rob Pruitt x Yoox. Migration Moving Blanket, 2018, un progetto speciale realizzato in esclusiva dall'artista americano. Per l'occasione, Yoox presenterà una serie di quaranta pezzi unici, coperte in edizione limitata, ciascuna accompagnata dal proprio certificato di autenticità, firmato e numerato dall’artista.

Naturale prosecuzione della sua più recente produzione artistica, American Quilts, la serie creata in esclusiva per Yoox è stata realizzata partendo da coperte recuperate, cucite tra loro e successivamente stampate a serigrafia con un medesimo elemento simbolico: il movimento migratorio delle anatre.

Il motivo richiama, da un lato, i pixel, dall’altro, gli elementi tradizionalmente utilizzati nella manifattura delle trapunte, noti anche come quadrati trapuntati.

Rob Pruitt x YOOX. Migration Moving Blanket, 2018 debutterà online su Yoox a partire dal 7 febbraio 2019, con l’inizio della fiera di arte e design Nomad St. Moritz, dove l’opera sarà esposta in anteprima assoluta.

 


Eclisse compie 30 anni

Innovazioni che hanno rivoluzionato il settore dei controtelai per porte a scomparsa

Era il 10 gennaio 1989 quando Luigi De Faveri inaugurò quella che sarebbe diventata prima un punto di riferimento dell’industria veneta e poi un successo italiano e internazionale del settore. Evoluzione di un piccolo laboratorio artigiano degli anni 60, Eclisse è stata pioniera nella produzione di controtelai per porte scorrevoli a scomparsa, strutture metalliche che permettono a una porta di scorrere e scomparire all’interno del muro.

Tutto ha origine dall’idea di perfezionare e accessoriare il sistema per renderlo riproducibile su larga scala e un prodotto a elevato livello di prestazioni, in grado non solo di risolvere un problema di spazio, ma anche di aumentare il comfort e il piacere di vivere in un’abitazione.

L’ascolto e la soddisfazione del cliente sono il presupposto del nostro lavoro. Ogni particolare del controtelaio è stato studiato per dare un valore aggiunto, un vantaggio concreto agli installatori e facilitare il loro lavoro e agli utilizzatori per differenziare la nostra offerta”. Così Luigi De Faveri spiega cosa intende con le parole Vediamo Oltre, una volontà a non volersi limitare a fare quello che fanno gli altri, ma spingersi oltre nella ricerca e nell’innovazione del prodotto.

 


Kalì

Calore delle essenze lignee, linee rigorose, ampi spazi conviviali

 

Kalì definisce spazi fluidi e funzionali, in linea con le moderne necessità dell’abitare. Le isole e le penisole esaltano i tratti distintivi della collezione Arredo3, accogliendo uno stile di vita dinamico al centro del quale è la cucina.

I moduli a giorno si inseriscono nelle composizioni per renderle ancora più funzionali e per alleggerire le geometrie di pieni con dei vuoti. Gli elementi a giorno Factory si collocano in linea con i pensili o in accosto alle basi che reggono i piani snack, offrendo ulteriori spazi dove tenere gli oggetti a portata di mano.

Le mensole Air scandiscono il ritmo sugli schienali Open a parete, tra piano di lavoro e pensili o a lato delle basi, dove la cucina sfuma dolcemente verso il living.

10 nuance richiamano i colori naturali del legno e della pietra, come il laminato noce america, il pet spazzolato sasso o il resina cromo. Particolare la finitura inox che, con il suo effetto leggermente specchiante, anima le composizioni di riflessi cangianti.

Due nuove maniglie incassate, Profilo e Riga, si aggiungono alla gola con profilo a 30 gradi, ampliando la scelta per i sistemi di apertura; la prima si colloca a filo dell’anta lungo tutto il suo spessore, mentre la seconda ha una presa sporgente.

Fa il suo ingresso in scena, inoltre, la nuova libreria Free, composta da spalle passanti in alluminio sulle quali possono essere montate mensole e moduli base.

 


Hero product

Faber ha presentato Galileo, Glow e Belle, sintesi di design, innovazione e benessere

 

Design, innovazione e alte prestazioni sono i punti di forza che accomunano Galileo, piano induzione con cappa integrata, e le due cappe lampadario, Glow e Belle. Tre prodotti flagship, su cui Faber ha voluto puntare i riflettori in occasione del lancio della nuova campagna advertising incentrata su questi modelli.

Una conferma della capacità di Faber di sviluppare prodotti all’avanguardia, ma anche di cogliere e interpretare l’evoluzione dell’ambiente cucina e della casa; i nuovi modelli sono infatti emblema delle ultime tendenze del mondo dei domestic appliances e dell’arredamento.

Galileo è un piano a induzione aspirante in grado di abbinare i vantaggi di un sistema senza fiamma con quelli dell’aspirazione, in un oggetto sorprendente sia dal punto di vista estetico sia funzionale coerente con il principio espresso dall’architetto Louis Henry Sullivan che “le forme seguono le prestazioni”.

Glow e Belle sono le punte di diamante della collezione F-Light di Faber. Nel dettaglio Glow è il modello in cui il design dalle linee eleganti, minimaliste e sinuose disegnate da Carlo Colombo, si sposa con prestazioni e funzionalità.

Il modello Belle si ispira invece ad un tulipano e si distingue per una forma dal volume composto da due corpi distinti che richiamano per l’appunto i petali di un fiore. Questa soluzione estetica esalta le due tonalità delle variabili cromatiche disponibili: grigio matt/grigio scuro matt oppure gold/grigio scuro matt.

Galileo, Glow e Belle saranno protagonisti della nuova campagna advertising di Faber, che prevede tre diversi soggetti che andranno a declinare le peculiarità dell’azienda, grazie al coinvolgimento dei tre brand ambassador: Galileo, abbinato al vulcanico chef Andrea Mainardi, esprimerà il concetto di versatilità e creatività in cucina. Carlo Colombo sarà l’ambasciatore della cappa Glow e dei contenuti di design del catalogo Faber; mentre la ginnasta Milena Baldassarri, assieme alla cappa Belle, sarà emblema del concetto di leggerezza e purezza dell’aria che Faber da sempre si impegna a offrire.

 


Matrix

L'evoluzione della sedia secondo Kartell

 

Il mix tra progetto creativo e ricerca tecnologica è parte del Dna di Kartell. I nuovi materiali pongono nuove sfide che Kartell affronta da anni con investimenti per superare nuovi limiti. Dal dialogo tra design e innovazione della tecnologia nasce Matrix, la nuova evoluzione della sedia, creata da Tokujin Yoshioka e realizzata con una struttura che riproduce un effetto tridimensionale che le conferisce una straordinaria leggerezza. Una seduta realizzata combinando le idee visionarie e sperimentali del designer e la sofisticata tecnologia di produzione di Kartell, che utilizza una tecnica di stampaggio a iniezione unita a una struttura metallica.

“Kartell investe per rendere i prodotti un perfetto equilibrio tra ricerca tecnologica, originalità, cura dei dettagli e produzione industriale, fattori che sono importanti sia oggi che per il futuro”, commenta Claudio Luti, presidente di Kartell. “Matrix continua il percorso di qualità e di sempre nuova applicazione di materiali e tecnologie rivoluzionarie. Come sempre, raccogliamo una sfida tecnologica e la trasformiamo in un prodotto innovativo destinato a diventare un nuovo best seller del nostro catalogo. Kartell sperimenta per la prima volta l’uso del policarbonato applicato a uno stampo così complesso, ampliando così le possibilità produttive e creative dei nostri prodotti”.

Nell’iniezione e nello stampaggio, l’obiettivo di Kartell è rendere concreta la possibilità di ottenere un progetto con caratteristiche artigianali ma in un’ottica industriale, di altissima qualità e di alto valore creativo.

 

 

“Per Matrix”, afferma Tokujin Yoshioka, “mi sono ispirato alle sedie degli anni Cinquanta, fatte utilizzando fili d’acciaio e, più che puntare sull’immagine esterna, ho deciso di creare un design vicino il più possibile alla struttura, avvalendomi però della tecnologia innovativa di stampaggio a iniezione di Kartell. I due strati di resina acrilica a forma di bastoncino creano la struttura tridimensionale in un armonioso dialogo tra forma e materia, essenziale e senza tempo”.

Matrix è disponibile nei colori trasparente, bianco, nero e prugna nelle versioni con gambe in acciaio verniciato o cromato e inox nella versione outdoor e a dondolo con finitura legno tinto rovere.

 


Beautiful Light

Creatività no limits anche per la luce

 

Accese o spente, le lampade Beautiful Light diventano le protagoniste di ogni ambiente grazie ai paralumi stampabili con le numerose grafiche di Instabilelab, secondo esigenze e progetto. Le lampade fanno parte di Custom-Me, il nuovo programma d’arredo di Instabilelab che ha per obiettivo la personalizzazione ai massimi livelli di ambienti e prodotti.

Da oggi le grafiche di Instabilelab (conosciuta come produttrice di carta da parati) non rivestono più solo pareti ma diventano temi d’arredo stampabili su qualsiasi volume. L’azienda veneziana supera i confini della creatività dimostrando che qualsiasi oggetto può essere vestito, rivestito e reso unico. Nascono e vengono inseriti così a catalogo veri e propri prodotti “abbigliabili su misura” con la grafica desiderata (luci, tessuti, complementi d’arredo e tanto altro).

Le lampade Beautiful Light sono realizzate da artigiani italiani a km 0 e sono prodotte con tecniche che garantiscono un’altissima qualità di stampa e di colore. Instabilelab attualmente è tra le aziende in Italia che lavora con tecniche all’avanguardia che permettono di stampare anche il colore bianco su fondo colorato per una resa eccellente.