Tramare DiRosso

Ex Stabilimento Florio delle Tonnare di Favignana e Formica – Fino al 31 ottobre 2018

 

Il Polo Regionale di Trapani e Marsala per i Siti Culturali organizza presso l'ex Stabilimento Florio delle Tonnare di Favignana e Formica la mostra di arte contemporanea Tramare DiRrosso. L'installazione è un progetto dell'architetto Rosa Vetrano, interior designer e allestitrice museografica.

Versatile ed eclettica, ama sperimentare nuove tecniche attraverso l'utilizzo di materiali inusuali e/o di scarto per realizzare creazioni innovative il cui linguaggio poetico si serve di forme, talvolta fluide e altre volte strutturate, quasi spigolose, ma di essenza minimalista. Le sue opere sono state presenti in numerosi eventi internazionali a New York e Parigi e presso il Padiglione Expo 2015 "Feeling Exploring The Senses Sicily".

Il titolo della mostra sottointende l'atteggiamento scriteriato dell'uomo a danno dell'ecosistema marino. L'installazione è un'esperienza sensoriale che invita alla riflessione. Il visitatore viene accolto in un ambiente immersivo, total red, che evoca i fondali marini.

La mostra affronta la duplice questione che insidia l'ambiente marino: l'aumento della temperatura del mare, provocando il devastante fenomeno dello sbiancamento della barriera corallina, e l'enorme quantità di plastica che si riversa quotidianamente creando problemi all'ecosistema. Il progetto nasce dal bisogno di creare sensibilizzazione a tutela dell'ambiente e in particolare dei mari.

 


Tra suono e design

Bang & Olufsen ha presentato un nuovo diffusore wireless dalle elevate prestazioni, che reinventa completamente il modo in cui ascoltare la musica. Creato in collaborazione con il designer Michael Anastassiades, Beosound Edge è l’ultimo nato tra i diffusori del brand danese.

La forma circolare di Beosound Edge consente due opzioni di posizionamento. A pavimento è un elegante complemento d’arredo che si integra con l’ambiente circostante; la configurazione a parete gli dona un aspetto insolito, un oggetto che sembra sfidare la gravità, separando gli ambienti.

I sensori di prossimità rilevano quando l’utente si avvicina, illuminando in modo discreto l’interfaccia tattile in alluminio. La regolazione dell’audio è un’operazione magica quanto il suono che viene generato: basta ruotare delicatamente Beosound Edge in avanti o indietro per aumentare o abbassare il volume.

Per una regolazione moderata è sufficiente un tocco leggero, mentre un movimento più energico aumenta il volume in modo deciso. Se si lascia la presa, Beosound Edge tornerà nella sua posizione originale.

 


Bologna Design Week 2018

Bologna 25/29 settembre

 

BDW 2018 dal 25 al 29 settembre, in partnership e in occasione di Cersaie, celebra nel centro storico bolognese la settimana della Ceramica per l'Architettura e dell'Arredobagno, promuove le culture del progetto e fa il punto sul ruolo del design come strumento e strategia di innovazione.

Vernissage, mostre, workshop, proiezioni, visite guidate e design talks animeranno in orario post fieristico e serale il centro storico, rafforzando il ruolo centrale della comunicazione e dei contenuti sviluppati nella 36° edizione di Cersaie in fiera, e gli eventi curati in centro città da Bologna Design Week.

L’edizione 2018, evento ideato e organizzato da Youtool e curato da Elena Vai ed Enrico Maria Pastorello, vuole coinvolgere sempre più showroom, aziende, studi di progettazione, gallerie d’arte, musei, università e designer in un sistema integrato di comunicazione che permetta l’attivazione di sinergie tra industria, cultura e creatività.

Dall’allestimento di un set della mostra The Sound of Design nel Quadrivio di Galleria Cavour alla mostra site-specific all’interno del Padiglione de l'Esprit Nouveau presso curata da Mario Nanni maestro della luce e fondatore della fabbrica Viabizzuno presso il quartiere fieristico, alla Design Night di mercoledì 26 che coinvolgerà showroom, gallerie d'arte, negozi, locali, city users e visitatori, in itinerari inediti e aperture straordinarie, alla ex Chiesa di Santa Maria della Neve, sede di Insidesign Studiostore che cura un programma dal fil rouge #(Q)TLFDP (Quasi)Tutte Le Forme Del Pelo, articolato in 3 talks, 2 performances, 2 presentazioni, 1 mostra, 1 contest, 1 party.

Padiglione de L'Esprit Nouveau

Headquarter, info e press point anche questo anno sarà Palazzo Isolani che ospiterà una selezione di aziende italiane e internazionali di design (Arper, Artek, Grigolin, Lago, Mini, Molteni&C/Dada, Or.nami, USM, Vitra) con allestimenti inediti e originali, mentre nel cortile le vele ombreggianti Defense plasmeranno l’outdoor curato da Corradi outdoor living space.

Assoluta novità è la proposta di Marsala District Bologna, immersione spaziale e creativa in cui i luoghi si trasformano in isole tematiche che attraversano e uniscono l’antica via di Mezzo, oggi via Marsala, con la realtà del mondo universitario, della ricerca e della cultura (via Zamboni) con quella del negozio, del commercio cittadino e della vetrina (via Indipendenza).

Il programma completo di Bologna Design Week 2018 è pubblicato sul sito dal quale è possibile scaricare l'app BDW18 con la mappa interattiva e il calendario eventi day by day.

 

 

 


Marmomac 2018

VeronaFiere – 26/29 settembre 2018

 

Sarà l’elemento dell’acqua ad animare The Italian Stone Theatre, il padiglione dedicato all'eccellenza litica italiana a Verona in occasione di Marmomac 2018, il Salone internazionale della Pietra, dal 26 al 29 settembre 2018.

Il tema per l’edizione 2018 è Acqua e Pietra, dove l’acqua, materia fluida, entra in un dialogo ricco di aspetti estetico-percettivi con la solidità della pietra. Una affinità antica tra due opposte condizioni della materia, il solido e il liquido, che hanno sempre interagito, dalla naturale costituzione delle rocce, raccontata dalla geologia, alla loro trasformazione per opera dell’uomo testimoniata dalle straordinarie architetture che la storia ci ha lasciato.

Queste le mostre in programma: Liquido, solido, litico curata da Raffaello Galiotto promuove nuove idee per i luoghi di benessere; Architetture per l’acqua curata da Vincenzo Pavan presenta progetti che hanno come tema il rivestimento di facciate ed elementi architettonici specchianti; Brand & Stone curata da Giorgio Canale su concept di Danilo Di Michele coinvolge brand di alta gamma legati al mondo dell’arredamento interessati a sviluppare concept e prototipi; Percorsi d’Arte curata da Raffaello Galiotto, arricchisce gli spazi d’acqua del padiglione con percorsi d’arte che accoglieranno opere di artisti internazionali.

Ristorante d’Autore, a cura di ADI Delegazione Veneto e Trentino Alto Adige, adotta il concept del padiglione, elevando l’acqua come elemento della natura e celebrandola nei suoi diversi aspetti - forma, colore, suono e movimento.

American Bar, curato da Giorgio Canale, è un nuovo allestimento dove i visitatori potranno prendersi una pausa con un buon caffè o sorseggiando un bicchiere di vino o un Marmito, il cocktail ufficiale di Marmomac.

 

 


La ceramica nel progetto sostenibile

Cersaie - Bologna Fiere - 26 settembre 2018 - Il Café della Stampa - Centro Servizi Agorà dei Media

“La ceramica nel progetto sostenibile” è il titolo della conversazione che avrà come protagonisti Mario Cucinella, architetto e founder di MCArchitects, Massimo Imparato architetto e direttore di SOS School of Sstainability, e gli studenti (Laura Lamendola, Maria Pazzaglia, Valerio Vincioni) di SOS School of Sustainability. Introduce Gilda Bojardi, direttore di Interni.

L'incontro, nell'ambito degli appuntamenti Il Café della Stampa in occasione di Cersaie (24/28 settembre 2018), vuole offrire uno spunto di riflessione sulle metodologie progettuali in grado di promuovere un rapporto equilibrato tra cultura, natura e tecnologia, facendo di quest’ultima uno strumento discreto a servizio degli spazi dell’uomo.

Alcuni materiali, tra cui la ceramica, sono portatori di un messaggio antico e tuttavia attuale, dato da una sapiente combinazione di acqua, terra e fuoco, frutto di una tradizione millenaria oggi accompagnata da tecnologie avanzatissime che lo rendono uno tra i materiali più sostenibili a disposizione dei progettisti.

 


Alta qualità sonora

Azimut

K-Array è una azienda italiana con sede nel Mugello in provincia di Firenze, i cui prodotti sono realizzati con maestria utilizzando materiali pregiati e tutti prodotti in Toscana (100% made in Tuscany).

Il suono, come la luce, è un elemento determinante per creare la giusta atmosfera in un ambiente. Un negozio, un ristorante o un museo: una serie di studi dimostra che la musica riprodotta in sottofondo ha la capacità di influenzare lo stato d’animo dei presenti ancor più della luce. E, diversamente dalla luce, la progettazione del suono è ancora poco esplorata.

L’offerta K-Array è vasta, spaziando da sistemi da concerto alle piccole casse da installazione. L’esperienza fatta sui palchi, dove ingombro e peso delle apparecchiature audio sono fondamentali per la movimentazione, ha stimolato la creatività per realizzare prodotti ultra compatti dalle performance elevate, offrendo soluzioni capaci di integrare l’audio in contesti contract e residenziali dove non sono ammessi compromessi estetici.

K-array spazia produzioni semi-artigianali ad hoc ad alta efficienza, con un'impareggiabile precisione sonora, fino alle produzioni di sistemi audio professionali, riconosciute in una nicchia di mercato mondiale molto esigente. Le prestazioni non sono solo tecniche ma anche estetiche: la realizzazione di sistemi di diffusione sonora sono perfettamente in grado di far coesistere design e prestazioni audio elevate.

 


Oltre il pulito

Fila per il Mondrian Hotel di Doha

 

Il Mondrian Hotel è punto di riferimento del soggiorno di lusso nella West Bay Lagoon, affascinate località a nord di Doha. Composto da 270 tra camere e suites, presenta la più grande Spa al mondo: oltre 2000 mq con spa separate per uomini e donne, undici sale per trattamenti, una spa all'interno della spa e aree Hammam e una piscina panoramica.

L'interno è stato progettato dall'architetto Marcel Wanders e, anche negli arredi, è chiaro il riferimento a falchi in dipinti, ritratti e ornamenti di una originalità piena e di istantanea comprensione.

Gli splendidi pavimenti in gres porcellanato levigato creano giochi di intarsi e ricami giocando sul contrasto del bianco, grigio e nero: dai 120 mq della sala delle feste, alla Spa, Fila è intervenuta per ripristinare la bellezza originale dei rivestimenti macchiati nel tempo da residui di stucco epossidico, sporco e macchie di vario genere.

Grazie al formulato studiato per uso professionale, Fila Cleaner è stato usato all’interno della macchina pulitrice, seguito dallo sgrassante professionale PS87 per eliminare ogni patina di opacità dovuta a stratificazioni di sporco sedimentato.

 

 

Il trattamento si è poi concluso con Fila Stone Plus che ha permesso di ottenere un leggero effetto tonalizzante, esaltando maggiormente la bellezza del contrasto degli intarsi.

 

 


Progetto e destino

Una riflessione su design e architettura oggi in italia - Istituto Italiano di Cultura a Londra - 39 Belgrave Square - London SW1X 8NX

 

Un ciclo di conferenze organizzato da Interni con l'Istituto Italiano di Cultura a Londra, da settembre 2018 a gennaio 2019, intende mettere a fuoco il ruolo che la creatività italiana può svolgere oggi a livello internazionale.

Martedì 18 settembre 2018 ore 19.15
Martino Gamper in conversazione con Johanna Agerman Ross

Giovedì 18 ottobre 2018 ore 18.15
Piero Lissoni (Lissoni Associati) in conversazione con Deyan Sudjic

Lunedì 26 novembre 2018 ore 19
Alfonso Femia (Atelier(s) Alfonso Femia) in conversazione con Matteo Vercelloni

I primi tre appuntamenti affronteranno il tema, interrogandosi sul valore dell’architettura e del design italiano oggi: i suoi linguaggi, le sue ispirazioni, le sue utopie. il recupero del rapporto con l’artigianalità e la tensione verso l’attività industriale e tecnologica della disciplina, il rapporto con il tempo passato e futuro e il valore estetico e sociale di un oggetto o di un edificio nel secolo della cultura globale, ma, soprattutto, il senso dell’identità italiana nel mondo del progetto contemporaneo.

 


Tridimensionale e flessibile

American Hardwood Export Council e Waugh Thistleton Architects in collaborazione con gli ingegneri di Arup per il Padiglione principale del London Design Festival 2018

Waugh Thistleton Architects, American Hardwood Export Council (AHEC) e ARUP presentano MultiPly, padiglione modulare in tulipier americano lamellare a strati incrociati, aperto al pubblico nel Sackler Courtyard del Victoria and Albert Museum (V&A) dal 15 settembre al 1° ottobre 2018.

MultiPly, uno dei progetti di riferimento del London Design Festivalalto nove metri e a impatto ambientale zeroè composto da una serie di spazi interconnessi che si sovrappongono e si intrecciano, e incoraggia i visitatori a riflettere sul modo in cui progettiamo e costruiamo le nostre case e città.

La struttura tridimensionale è costruita con un sistema flessibile, composto da 17 moduli di tulipier lamellare a strati incrociati (CLT) con giunti fabbricati digitalmente. Arrivato sotto forma di kit, diverse parti sono state assemblate in modo semplice e silenzioso in meno di una settimana: costruito attraverso moduli, il padiglione potrà essere poi smontato e rimontato in un nuovo spazio dopo il London Design Festival.

MultiPly affronta due delle più grandi sfide dell'età attuale: il bisogno di alloggi e l'urgenza di combattere il cambiamento climatico, presentando una possibile soluzione attraverso la fusione di sistemi modulari e materiali da costruzione sostenibili.

Durante il giorno, l'installazione è divertente e giocosa: gli spazi labirintici conducono infatti i visitatori verso una serie di scale, corridoi e spazi aperti, invitandoli a esplorare il potenziale del legno in architettura. Di sera, con un'illuminazione leggera, diventa uno spazio silenzioso e contemplativo, consentendo di riflettere sulla bellezza del suo materiale naturale.


L’accoglienza prende forma

Vimar per The Cube Hotel a Fidenza

 

Un cubo idealmente sospeso nell’aria, in realtà appoggiato su un piano diafano. La forma essenziale, gli elementi naturali come l’acqua, i materiali utilizzati, come il legno e la pietra. Tutto questo e molto altro danno vita a The Cube Hotel a Fidenza.

Una volta entrati si è subito immersi in un ambiente di rilassante accoglienza, caratterizzato dall’utilizzo di materiali vivi come il legno dei pavimenti, la pietra naturale applicata alle pareti, queste ultime disposte in modo tale da accompagnare l’occhio alla contemplazione di piccoli giardini esterni.

In questo contesto, la scelta della serie civile a cui affidare il controllo dell’illuminazione e l’accesso all’energia ha seguito un concept ben preciso: la ricerca della purezza delle forme pensata per favorire il benessere degli ospiti. Per questo è stata scelta la serie Arké.

Progettata da Vimar per offrire un nuovo modo di vivere l’energia con tutta la qualità del made in Italy, Arké è stata disegnata nel presente per il futuro: un oggetto semplice ma attuale e di lunga durata che entra negli spazi di The Cube Hotel in modo concreto e intelligente, anche grazie all’integrazione con il sistema di gestione alberghiera Well-contat Plus.

 


Dj Arch Night 2018

I party negli showroom di design dove il Dj è l’architetto - Milano | 18 settembre | h 20.00

 

Martedì 18 settembre a Milano gli architetti tornano a essere Dj per una sera con la quinta edizione di Dj Arch Night, l’iniziativa itinerante organizzata da Towant che quest’anno coinvolge quaranta studi milanesi e dodici showroom di design. Il claim per questa edizione è “music is architecture when architect is the dj”.

Per una sera gli architetti, in veste di sound designer, si esibiranno con i loro 'progetti sonori', un vero e proprio percorso musicale tra le maggiori vie meneghine del design.

Nel corso della serata gli architetti mixano dal vivo la propria playlist, con il supporto di Dj professionisti. I partecipanti potranno votare la migliore performance musicale per ogni showroom, attraverso un’apposita cartolina fornita all’ingresso.

Al termine le playlist finaliste saranno valutate da una giuria di esperti per eleggere la migliore di questa edizione. Il vincitore sarà premiato con un viaggio per due persone a Ibiza, la città spagnola nota proprio per la sua movida.

Dj Arch Night è una manifestazione gratuita e aperta al pubblico. Per accedere è necessario accreditarsi sul sito www.towant.eu. con apposito modulo scaricabile cliccando sulla sezione dedicata all'evento, oppure Tel. 0571 16149431; email staff@towant.it

 


Write Her Future by Lancôme

Un progetto, una mostra, una charity contro l'abbandono scolastico e la povertà culturale

 

Lancôme da oltre 80 anni promuove la felicità di ogni donna come la forma più attraente di bellezza. Una felicità basata sull’emancipazione femminile, sulla libertà di scelta e sul non dover sottostare alle convenzioni della società.

Ogni anno, nel mese di ottobre, Lancôme celebra la felicità, dando vita a progetti che la rappresentino. In Italia ha voluto dedicarsi a una causa locale ancora sconosciuta al grande pubblico ma che rappresenta un importante problema nazionale: la lotta all’abbandono scolastico e alla povertà culturale. Per questo Lancôme ha sposato la causa di ActionAid.

Lancôme sostiene il progetto openSPACE che ha come obiettivo quello di ridurre la povertà educativa in quattro città (Bari, Milano, Palermo e Reggio Calabria) dove la tematica è particolarmente presente. Obiettivo sarà il miglioramento dell’accesso a un’istruzione inclusiva e di qualità per adolescenti e pre-adolescenti.

Per celebrare questa iniziativa a settembre Lancôme ha lanciato La Vie Est Belle Artist Edition by LadyPink. Una Limited Edition dell’iconica Eau de Parfum, che nasce dall’arte e reinterpreta il concetto di felicità, portando con sé il messaggio #makesomeonehappy, ovvero: chi vuoi rendere felice?

Ispirati dalla natura artistica di questo flacone, il Progetto Felicità 2018 ha come protagonista l’Arte. Sono state selezionate cinque artiste che diventeranno le nostre ambasciatrici di felicità, facendosi portavoce del progetto a supporto di Actionaid: La Fille Bertha (Alessandra Pulixi), Sara Ciprandi, Angela Varani, Natalia Resmini, Amanda Toy. A loro è stato chiesto di reinterpretare il concetto di felicità, realizzando opere che diventeranno manifesto valoriale del progetto e sono state esposte alla Triennale di Milano dal 7 al 9 settembre.

Le stesse opere, nel mese di ottobre, verranno vendute all’asta sulla piattaforma Charity Stars, il ricavato verrà donato in beneficenza a supporto del progetto Write her Future. Una nobile causa in cui Lancôme crede fortemente perché una donna possa essere positivamente indipendente e “libera”, autrice della propria storia.